CANARINA:

Principale

Aria

Acqua

Suono

Elettromagnetici

Che siamo noi?

Testimonianze

Domande

Contatto

DEMO

Giornali

Mondo

 

DESCAR:

DESCAR

Applicazioni

Vantaggi

Importazione

Algoritmi

Dati I

Dati II

Media

Funzioni

Grafica I

Grafica II

Google maps

Di lavoro con SIG

Termoclino

 

Wikipedia:

Inquinamento I

Inquinamento II Inquinamento III Inquinamento IV

Inquinamento V Inquinamento VI Inquinamento VII

Inquinamento VIII

Inquinamento IX

Inquinamento X

Inquinamento XI

 

 

 

 

 

 

 

 

Inquinamento idrico X

        

 

L'aspetto igienico

Lo smaltimento dei reflui in una città come in un qualunque altro agglomerato di abitazioni è un problema della massima importanza. Le deiezioni contengono sempre miliardi di germi molti dei quali possono essere causa di gravi malattie, pertanto devono essere allontanate dai centri abitati nel più breve tempo possibile.
Nelle fattorie isolate, nei villaggi e in tutte le località in cui manca un impianto pubblico di fognatura, un tempo si usavano le cosiddette "fosse settiche". Nelle comunità più grandi, le deiezioni venivano allontanate per mezzo di apposite condotte che sfociavano in mare, nei laghi e nei corsi d'acqua. In altre comunità, le deiezioni venivano trattate secondo precisi piani di smaltimento.

Le fogne di una città talvolta raccolgono anche le acque piovane provenienti dalle strade e dai tetti delle abitazioni. Un sistema di fognature atto a raccogliere tanto le deiezioni delle case e degli stabilimenti, quanto l'acqua piovana delle strade è detto "sistema combinato" o "misto". Sempre più spesso, però, si usano fognature separate: le une per le acque piovane, le altre per i reflui urbani, perché con questo sistema si evitano gli incresciosi gorghi nei pozzetti più a valle o dove il flusso trovi un intoppo (tappo idraulico) tali che le acque bianche mescolate a quelle nere, esondando oltre il piano viario, possono essere causa di diffusione di batteri dannosi per la salute umana e di conseguenti epidemie.

La fossa settica, usata per la sistemazione privata delle deiezioni, è fatta di mattoni, o calcestruzzo o metallo, ed ha la capacità di almeno due quintali. Le deiezioni entrano nella fossa e vengono invase da particolari batteri che vivono nelle sostanze di rifiuto solide e che distruggono i batteri dannosi pullulanti nelle sostanze liquide. I liquidi, poi, escono dalla fossa attraverso un sistema di "tubature collegate" sistemate subito sotto la superficie del suolo. Infine, questi liquidi vengono assorbiti dal terreno. Questo scolo di liquidi nel terreno non è pericoloso a meno che non avvenga in comunità troppo popolate, dove troppo liquido potrebbe penetrare nel terreno, sino a saturarlo.

La sistemazione delle deiezioni in una città costituisce un problema molto più complesso. Dalle tubature delle case private, degli edifici pubblici e degli stabilimenti, le deiezioni vengono raccolte in grandi condotti, dove, in seguito a speciale trattamento con calce, o con una miscela di calce ed alluminio, oppure ancora con calce e solfato ferroso, si decompongono.

Per prevenire l'accumularsi dei gas velenosi od esplosivi, che si formano dalle deiezioni in decomposizione, le tubature devono essere sufficientemente ventilate. È per questo che, a distanza di una decina di metri l'uno dall'altro, vengono collocati, nelle condutture, dei serbatoi, o camere, chiusi con una grata di ferro, dalla quale l'aria possa passare. Vengono anche predisposti dei "sifoni" per evitare che questi gas tornino nelle case. In queste trappole, si raccoglie, appunto, l'acqua che impedisce ai gas di tornare indietro.

Le città che dispongono di un proprio impianto per la eliminazione delle immondizie e delle deiezioni usano vari sistemi. Comunemente, vi è un serbatoio di separazione usato per separare le sostanze metalliche, ed altre sostanze inorganiche. Successivi serbatoi, a volte riscaldati, raccolgono le immondizie permettendo nel contempo all'aria di penetrarvi lentamente. L'aria tiene le immondizie in continuo movimento (e a questo scopo si possono usare anche dispositivi meccanici) e procura l'ossigeno per i batteri e altri organismi che si nutrono di immondizie. Con questo sistema, si ottiene la distruzione dei batteri dannosi e un certo grado di liquefazione delle materie solide. I liquidi vengono, a volte, spruzzati in aria, dove i batteri rimasti vengono distrutti dall'azione dell'ossidazione e dei raggi ultravioletti del sole. Dopo questo processo, possono venire immessi, senza pericolo, in corsi d'acqua, ma per maggior sicurezza vi si aggiungono sostanze germicide. I materiali solidi vengono estratti dal serbatoio di decomposizione, detto anche serbatoio digerente, essiccati e venduti come fertilizzanti.

 

 

Canarina Algoritmos Numéricos, S.L.

Santa Cruz de Tenerife, Isole Canarie, Spagna

e-mail: Contatto

 

 

 

European network on pollution · European Union

Member of MAPO: European network on Marine Pollution.

Project funded by the European Commission

through the 6th Framework Programme for Research and Development

 

 

                

 

Canarina software ambientale: Clienti in oltre 40 paesi. Applicazioni nei seguenti settori di lavoro, di studio e di argomenti relativi al tema inquinamento e impatto ambientale:

 

Turin  pressione atmosferica a livello del mare - abbattimento emissioni atmosfera - atmosfera enea -
Palermo  densità atmosferica - pressione atmosferica genova - analisi emissioni
Genoa turbolenza atmosferica - c è questa strana atmosfera - corrosione atmosferica - rapporto rifiuti
Bologna  ossigeno nell atmosfera - perturbazione atmosferica - presione atmosferica - rapporto rifiuti
Florence  spessore atmosfera - canzoni d atmosfera - analisi emissioni
Bari  emissione fumi in atmosfera - immissioni in atmosfera - pressione atmosferica assoluta - rapporto rifiuti
Catania  confezionamento in atmosfera modificata - cos è l atmosfera - dispersione atmosferica - rapporto rifiuti
Venice  atmosfera di catanzaro - atmosfera mascali - atmosfera riducente - rapporto rifiuti
Verona  atmosfera vacanze - co2 nell atmosfera - composizione atmosferica -
Messina  scarichi in atmosfera - variazione pressione atmosferica - atmosfera arredamento -
Padua atmosfera torino - pressione atmosferica relativa - rifrazione atmosferica -
Trieste  limiti emissioni in atmosfera - magica atmosfera - altezza atmosfera -
Taranto
 atmosfera srl - analisi emissioni

 
Brescia
 pressione atmosferica torino - registro emissioni in atmosfera - strana atmosfera -
Prato  atmosfera della terra - autorizzazione emissione in atmosfera - immissione in atmosfera -
Reggio Calabria  atmosfera inerte - calcolo pressione atmosferica - co2 in atmosfera -
Modena  stabilità atmosferica - analisi emissioni in atmosfera - atmosfera arredamenti -
Parma meteo pressione atmosferica - misura atmosfera - normativa emissioni in atmosfera -
Perugia  canzoni atmosfera - immagini atmosfera - limiti emissioni atmosfera - analisi emissioni
Livorno  atmosfera roma - autorizzazioni emissioni in atmosfera - bassa pressione atmosferica -
Reggio Emilia  umidità atmosferica - aria atmosferica - atmosfera blu - analisi emissioni
Cagliari  circolazione atmosferica - emissioni in atmosfera 152 - ossigeno atmosfera -
Foggia  aria atmosfera - atmosfera protetta - atmosfera tecnica -
Ravenna
 l'atmosfera terrestre - misura pressione atmosferica - struttura atmosfera -

 

 


 

 


 

 

 

Copyright © 2005 Canarina Algoritmos Numéricos, società per Unipersonal-CIF B38803110 registrati per il commercio elettronico e registrate nella strada TF-35526, folio 2.671 volume 1 della parte generale, la registrazione del 1 ° di riferimento del Registro di numero 2 e Santa Marcantil Cruz de Tenerife. Tutti i diritti riservati.